PENETRON STANDARD

Penetron Standard nella sua applicazione in “boiacca” è indicato per impermeabilizzazione e protezione chimica in profondità di qualsiasi struttura in calcestruzzo. Penetron Standard in “boiacca” può essere applicato ad un calcestruzzo consistente vecchio o nuovo, bagnato a rifiuto, in pressione positiva e anche, soprattutto, in pressione negativa (è stato concepito per la controspinta).

Scheda tecnica
Scheda sicurezza

Richiedi informazioni su questo prodotto

Categoria:

Descrizione

Penetron Standard nella sua applicazione in “boiacca” è indicato per impermeabilizzazione e protezione chimica in profondità di qualsiasi struttura in calcestruzzo. Penetron Standard in “boiacca” può essere applicato ad un calcestruzzo consistente vecchio o nuovo, bagnato a rifiuto, in pressione positiva e anche, soprattutto, in pressione negativa (è stato concepito per la controspinta). Confezionato come polvere viene miscelato con acqua fino ad ottenere una boiacca cementizia densa e mielosa e può essere applicato a pennello, spazzolone o a spruzzo (con speciali macchine a pompa tipo putzmeister) sempre su superfici umide a rifiuto.

APPLICAZIONI TIPICHE:
Serbatoi di acqua potabile
Depuratori e vasche per il trattamento dei liquami fognari
Acquari
Tunnel e Gallerie
Opere di Fondazione: Platee e muri di contenimento
Parcheggi Interrati
Diaframmi
Installazioni industriali
Pavimentazioni
Opere Sommerse
Porti e Banchine
Dighe e sbarramenti
Piscine

BENEFICI:
Penetra in profondità in presenza continua di acqua (circa 30 cm. dopo 60 giorni di maturazione) sigillando le capillarità, piccoli vuoti e microfessurazioni.
Può essere applicato sia in fase positiva che negativa.
L’impermeabilità e la protezione chimica rimane anche se la superficie viene danneggiata.
Completamente efficace anche in presenza delle più alte pressioni idrostatiche.
Molto più efficace ed economico di altri sistemi tipo membrane o pannelli bentonitici.
Applicazione senza rischi e a basso costo di posa in opera.
Aumenta la resistenza alla compressione del calcestruzzo.
Non è un materiale assoggettato a dissaldature, strappi o punzonature.
Non richiede protezione durante le operazioni di interramento o di posa di armature metalliche prima del getto successivo.
Sigilla e fa pontage di fessure con aperture di 0,4 mm.
E’ permeabile al vapore permettendo alla struttura di rimanere asciutta.
Resiste agli attacchi chimici (pH3/pH11 con contatto continuo – pH2/pH12 con contatto saltuario) e provvede una ottima resistenza ai cicli di gelo e disgelo, ed un ottima protezione dei ferri d’armatura, si oppone all’acqua contaminata del sottosuolo, all’acqua marina, cloridi, solfati e nitrati.
Può essere applicato a calcestruzzi esistenti come a calcestruzzi nuovi ancora da maturare.
Protegge il calcestruzzo e la sua armatura.
Non è tossico.
Compatibile con acqua potabile.
Non necessita di ulteriori tempi di maturazione (eccetto in condizioni estreme di alte temperature e bassa umidità).

N.B. Per il corretto utilizzo, avvertenze e precauzioni, consultare la documentazione tecnica e di sicurezza sopra evidenziata.